Emersi dal quotidiano

 

Respira.
E ringrazia l’aria.
Ascolta.
E ringrazia i suoni.
Assapora.
E ringrazia ciò che ti nutre.
Solo chi coglie il valore del quotidiano
può vivere la felicità che lo accompagna.

(Giuliano Pellizzari)

Accorgimenti

Dai ciò che non hai

Dai ciò che non hai

Per una volta sarò dicotomico. Un out-out che Kierkegaard a confronto sembrerà Woody Allen. Esistono due tipi di persone (non si dovrebbe mai generalizzare): quelle che vivono a credito e quelle che vivono a debito. Non parlo di denaro, visto che nasciamo tutti con un...

leggi tutto
Nei tempi e nei modi: sono giovani

Nei tempi e nei modi: sono giovani

Sono giovani. Quindi non conoscono. Hanno molto, sopra a tutto hanno molte informazioni. Frammentate, diffuse, spampanate sul prato dell’inconsapevolezza da cui cogliere fiori e ortiche con indifferente emotività. Perché sono digitali e masticano carotaggi di sapienza altrui.

leggi tutto
Ammantati dal determinismo

Ammantati dal determinismo

Eccoci qua, tra un determinismo latente (non controlli dove sei nato, la tua forma mentis, le tue ascendenze o il tuo inconscio) e una forte necessità di controllo della nostra vita. E società. Come possiamo muoverci in questo contesto, come possiamo comprendere, crescere, evolverci?

leggi tutto
Il sentiero e il villaggio

Il sentiero e il villaggio

Quante volte sono così attratto dal villaggio, da non osservare le piastre del sentiero. Cammino, spesso corro, rapito dal villaggio in lontananza e, come chiunque, non guardo dove poggio i piedi. Il villaggio è lì, illuminato come presepe natalizio, accogliente e...

leggi tutto

Ispirazioni logiche

Perché risparmiarsi?

Perché risparmiarsi?

« Non ricordare il giorno trascorso e non perderti in lacrime sul domani che viene: su passato e futuro non far fondamento vivi dell'oggi e non perdere al vento la vita. » (ʿUmar Khayyām, Rubʿayyāt) Perché il rimorso e la speranza saziano l'affamato senza nutrirlo.Hic...

leggi tutto
Stanno salvando il mondo

Stanno salvando il mondo

Un uomo che coltiva il suo giardino, come voleva Voltaire. | Chi è contento che sulla terra esista la musica. | Chi scopre con piacere una etimologia. | Due impiegati che in un caffè del Sur giocano in silenzio agli scacchi. | Il ceramista che premedita un colore e...

leggi tutto
I modi della strategia

I modi della strategia

Siamo spesso portati a pensare che l'agire appartenga al tempo presente e ci possa guidare verso il tempo futuro. Si tratta di un modo indicativo per stare al mondo, tanto caro a chi di spirito imprenditoriale vive ogni giorno. Uno spirito che vede nel condizionale...

leggi tutto

Visioni

Lo spirito, la mente, il corpo.

Lo spirito, la mente, il corpo.

Lo spirito guida la mente, usa il corpo e vive a prescindere. Puoi avere fede in Dio, in te stesso, negli altri. Puoi avere fede in quello che più desideri nella vita perché avere fede è già un gran risultato. Se scegli tutti e tre, Dio te stesso gli altri, potresti...

leggi tutto
Impegno necessario

Impegno necessario

L'impegno è più vicino al desiderio di quanto non lo sia alla necessità. Impegno deriva da impegnare, dare o mettere in pegno, ovvero ciò che lega o rafferma, quindi dare perchè sia unito, fermo. Impegnarsi, mettere in pegno se stessi, obbligando se stessi a far...

leggi tutto
POSTULATO sull’utilità marginale del bisogno

POSTULATO sull’utilità marginale del bisogno

L'utilità marginale dei bisogni relazionali cresce al diminuire della volontà di soddisfazione degli stessi. Meno cerchiamo di soddisfare i nostri bisogni relazionali, più aumenta la loro utilità marginale (per noi e per gli altri). A questo punto non resta che...

leggi tutto

Azioni Narrative

L’ALBA DEL PARCO

L’ALBA DEL PARCO

“Buonasera, signore e signori; spero conosciate attentamente le istruzioni datevi all’ingresso e siate ben certi di voler prendere parte allo spettacolo.” “ Che Iddio vi assista!” Furono queste le parole farfugliate in un microfono dal piccolo presentatore americano....

leggi tutto
Brevi storie del mare

Brevi storie del mare

PARTE PRIMA Luce solitaria ondeggia in un giorno di fine novembre. È buio il mare d’inverno, tranne per quella piccola luce rossa, quasi rosa nel tremare in lontananza, quasi sospesa sulle onde di inizio canale. È la piccola luce rossa, quasi rosa nella sua scia...

leggi tutto

Aforismi prodromici