Accorgersi deriva da ad + corrigere = drizzare (la mente) a qualcosa. Se per qualcuno Corrigere (correggere) in realtà implica la capacità dell’altro di avvedersi, quindi di comprendere se sia sbaglio o errore, per molti corrigere deriva da cor (cuore) in questo caso con il significato di mente. Drizzare la mente a qualcosa è portare avanti la mente verso ciò che accade, che si manifesta. La sensibilità per farlo (cuore) diventa un processo inferenziale (mente) in quanto è conoscere una cosa per congettura di un’altra. Sensibilità (capacità di comprendere per mezzo dei sensi) e conoscenza (con il sapere, dotato di sapere) sono gli elementi imprescindibili per accorgersi. Dell’altro o della vita.

 

Share This