Un progetto di vita

Un progetto di vita

Ci parlavano di uscire dalle regole. Fatto. Di rompere gli schemi e aprire la mente. Fatto. Di avere un pensiero laterale. Fatto. Adesso che siamo nell'epoca della trasformazione, in cui i valori son secolarizzati e gli status symbol sempre meno appaganti, adesso che...

leggi tutto
La gioia non è un’emozione, i valori

La gioia non è un’emozione, i valori

I valori son quella cosa il cui etimo ti ricorda a gran voce che: valore significa "disporre della forza". Di recente ho ricevuto diverse opinioni di persone, in buona misura donne, che mettevano in prima posizione il rispetto come valore fondante della nostra vita....

leggi tutto
A scrivere son buoni tutti

A scrivere son buoni tutti

Al telefono con una amica pochi giorni fa:
– ” Adesso devo salutarti cara, un romanzo mi aspetta”.
– ” Da leggere o da scrivere?”
– ” Da leggere amica mia, da leggere. A scrivere son buoni tutti.”

leggi tutto
Dai ciò che non hai

Dai ciò che non hai

Per una volta sarò dicotomico. Un out-out che Kierkegaard a confronto sembrerà Woody Allen. Esistono due tipi di persone (non si dovrebbe mai generalizzare): quelle che vivono a credito e quelle che vivono a debito. Non parlo di denaro, visto che nasciamo tutti con un...

leggi tutto
I funamboli dell’esistenza

I funamboli dell’esistenza

La vita è un po' come cercare di mantenere la direzione pedalando sul ghiaccio: sembra impossibile non cadere. Eppure non smettiamo mai di equilibrarci, di raddrizzare il manubrio e muovere le gambe. Siamo funamboli dell'esistenza, è vero, ma lo avete visto...

leggi tutto
Comunanze catabatiche

Comunanze catabatiche

Joyce diceva «La mia anima è a Trieste». A Tarquinia mi hanno detto: «Sei spiritoso per essere uno del nord!» Anima deriva da Anemos, vento. Spiritoso, spirito deriva da Spiritus, soffiare. Joyce e io? Comunanze catabatiche, ci piace il vento.   La bora è...

leggi tutto
Tra le nuvole

Tra le nuvole

Quasi come svegliarsi all’improvviso e scoprire di essere Dio. Quasi. Come svegliarsi un giorno qualunque, che sarebbe stato ricordato per uno di quei giorni ordinari di sole e vento e freddo, appena accennato alle idi di marzo. Uno di quei giorni normali, con la...

leggi tutto
Un semaforo nel mare

Un semaforo nel mare

Un cane che abbaia al mare e un uomo che fissa un semaforo, devono avere lo stesso motivo. Nella testa, la stessa melodia, una musica semplice e lieve ma indecifrabile. Tranne che per quel cane e per quell’uomo. Oppure. Oppure c’è un perché, una spiegazione: il cane...

leggi tutto
Rientro

Rientro

Ci sono quarantacinque chilometriche dividono il paese dalla cittàla natura dall’artificiola spontaneità dalla falsità.Dodici sono invece i chilometriche separano il paese dalla cittadella a nove punte.Lunga la durata della vita, breve la nostra esistenza.(Richard...

leggi tutto